GARA 2 E' DI VENARIA

ASD ACAJA BASKETBALL SCHOOL – A.DIL. VENARIA REALE PALL. 61-64 (serie 1-1)

(18-15; 32-34; 46-50)

 

D’Angeli 7, Fea 9, Randazzo, Brizio 2, Mondino 12, Castellano, Rattalino 12, Vissio 17, Gazzera 2, Gastaldi. All: Carchia, Manassero

 

L’Acaja Basketball School targata Boggione Ricambi, Coi.be. e Top Serramenti, cade tra le mura amiche; rinviando ogni discorso di qualificazione alla Gara 3 di lunedì 4 giugno. I fossanesi non riescono a chiudere la serie davanti al proprio pubblico; recriminando per una rivedibile gestione degli ultimi 3 minuti di partita.

 

In una palestra Comunale adibita a festa, coach Carchia, orfano di Diatto per problemi di lavoro, decide di partire con Vissio in cabina di regia coadiuvato da Mondino e Brizio; mentre sono Rattalino e Gastaldi a fare la guardia sotto le plance. L’inizio è decisamente diverso rispetto a quello di gara 1: gli ospiti partono decisamente aggressivi, cercando di limitare il piazzato dalla media di Rattalino e di togliere dalla gara lo spauracchio Mondino. L’Acaja fatica a trovare il bandolo della matassa ed è solo grazie ad un Vissio decisamente in serata al tiro da fuori (5 bombe per lui) che riesce a rimanere in partita. I primi punti della serata di Rattalino e Mondino permettono agli acajotti di provare un primo allungo che viene però immediatamente stoppato dagli ospiti. La seconda tripla di serata di Vissio e il layup di Gazzera fanno si che alla prima pausa siano i fossanesi avanti per 18-15.

 

Coach Carchia prova a confondere le idee degli avversari schierando la propria squadra a zona 2-3. Gli ospiti, dopo qualche minuto di difficoltà, riescono però a prendere le misure. Feltrin segna 11 punti nel solo secondo periodo e apre così la scatola difensiva fossanese. L’Acaja comincia a vacillare ed è solo grazie a Vissio che riesce a rimanere in partita. Il numero 16 acajotto segna la tripla numero 3 e 4 della sua serata e permette ai bianco-blu di andare all’intervallo sotto di sole due lunghezze.

 

All’uscita dagli spogliatoi esce un’altra Acaja: solida e attenta in difesa e più corale in attacco. Venaria fatica a trovare il canestro e riesce a rimanere aggrappata grazie ai tiri liberi (10 dei 16 punti del quarto arrivano proprio dalla linea della carità), che, anzi, le permettono di arrivare all’ultima pausa avanti di 4 lunghezze (46-50).

 

Il quarto e decisivo quarto è un’altalena di emozioni: Vissio apre il periodo con la quinta tripla di serata scrivendo subito il -1. Venaria risponde colpo su colpo, ma a 5’ dalla fine Fea realizza il 2+1 che dà il primo vantaggio acajotto del secondo tempo (56-54). Sul ribaltamento di fronte Siviero trova immediatamente il pareggio, dando il via ad un minuto nella quale nessuna delle due formazioni riesce a segnare. A 3’ dal termine, il 3/4 di D’Angeli dalla lunetta permette ai padroni di casa di allungare sul +3; ma sul ribaltamento di fronte succede l’incredibile: a 2’ dalla sirena, Siviero sbaglia un jumper dalla media e il rimbalzo viene conteso da Fea e Lisa. La palla termina oltre la linea di fondo e l’arbitro (a due passi di distanza) decreta per il possesso acajotto. La decisione viene, però, incredibilmente ribaltata dall’arbitro a metà campo che, quando si era in procinto di rimettere il pallone in campo, decide per il cambio di rimessa. Sull’azione che ne segue, lo stesso Lisa trova il 2+1 che rimette tutto in discussione e toglie Fea dalla partita per sopraggiunto limite di falli. Sulle successive azioni gli acajotti avrebbero la chance di tornare avanti, ma invece di due punti ne scaturiscono due sanguinosissime palle perse. Venaria, invece, è decisamente più cinica e trova con Bonsignore la tripla del 59-62 con soli 44” da giocare. Sulla successiva azione, la tripla di Vissio termina sì corta, ma nelle mani di Brizio che accorcia a -1. Sul ribaltamento di fronte, Venaria non riesce a trovare il canestro e Fossano avrebbe la possibilità di tornare avanti; ma il tiro di Brizio viene stoppato da Feltrin. Il 2/2 di Siviero a 4” dalla fine permette a Venaria di tornare a +3. L’Acaja, senza più time-out, è costretta al tiro da distanza siderale, che però non viene accolto dal ferro.

 

In comunale passa Venaria, che avrà dunque la possibilità di chiudere la serie davanti al proprio pubblico.

Scrivi commento

Commenti: 0

CONDIVIDI

SEGUICI

NOTE LEGALI

A.S.D. Acaja Basketball School

Via San Giorgio, 09

12045 - Fossano - CN

Tel: +39 338 501 1924 - E-Mail: acajabasketball@gmail.com - info@acajabasketball.it

Codice Fiscale - Partita Iva: 03613140049          Codice Fip: 054519          Codice Minibasket: 100371